Skip to content

Pagine Facebook, 5 consigli per usarle al meglio – Parte prima

12 gennaio 2015

Usare bene Facebook significa cogliere tutte le sue potenzialità, e questo vale per i profili personali e per le pagine dedicate alle attività e ai professionisti.

Così come ci sono buone pratiche da seguire e cose da evitare sui profili personali, ce ne sono altrettante per le pagine: le conosceremo meglio in due post, quello di oggi sui consigli pratici per inizare a usare bene una pagina Facebook e quello che andrà online a febbraio, più focalizzato sui contenuti pubblicabili da una pagina.

facebook-pagine-come-usare

1 – Spiega chi sei, compila la sezione Informazioni

Sei su Facebook per farti notare e probabilmente punti a trovare qualche contatto, qualcuno che ti chieda più informazioni su quello che fai e offri: dai ai potenziali contatti le informazioni rilevanti su di te compilando la sezione Informazioni.

La parte riservata alla descrizione breve appare qui

La parte riservata alla descrizione breve appare qui (About in inglese, Informazioni in italiano)

A tua disposizione hai diversi campi tra cui una descrizione breve, 155 caratteri in cui devi arrivare al succo: è importante perché quella è la descrizione che appare in bella vista sulla tua pagina (le altre appaiono solo cliccando su informazioni).

Il nostro consiglio? Metti l’indirizzo del tuo sito web o l’informazione più rilevante e di seguito spiega cosa fai, così chi arriverà sulla tua pagina potrà subito farsi un’idea. Nel resto dei campi puoi allargarti di più: cura quel che ci scrivi ma scegli uno stile informale, vai al sodo ed evita slogan in stile “siamo l’azienda leader…” oppure la chiusura tipica: “siamo in grado di soddisfare qualsiasi esigenza” 😉

2 – Creati un indirizzo facile da ricordare: la vanity url

La vanity url semplifica l’indirizzo web che Facebook ti assegna automaticamente quando crei una pagina (ad esempio: facebook.com/pages/lamiapagina/123456789).

Meglio avere un indirizzo facile da ricordare: nessun guizzo di fantasia, farsi trovare è indispensabile. Esempio: il nostro indirizzo è https://www.facebook.com/ehiweb.

Per scegliere la vanity url passa dalla sezione informazioni o direttamente da https://www.facebook.com/username. Il cambio di url si può fare una volta raggiunti i 25 fan.

3 – Pubblica i contenuti spiegandoli

Ai contenuti che possono trovare spazio in una pagina Facebook dedicheremo un post specifico più avanti, ma c’è qualche breve indicazione di base che mette sulla strada giusta.

– Non cedere alla voglia di promuovere sempre e solo i tuoi prodotti o la tua professionalità. Chiediti perché segui le pagine Facebook che ami di più e la risposta probabilmente sarà: “Perché mi danno informazioni utili, sanno intrattenermi, mi interessa cosa può fare quel prodotto per me”.
– Dai informazioni utili a far capire meglio cosa fai.
– Non temere di condividere contenuti altrui se sono interessanti e ispirano riflessioni e discussioni.
Usa le immagini perché hanno una potenza enorme su Facebook: se sei un artigiano o un creativo dai spazio alle fotografie dei tuoi lavori, non solo finiti e lustrati ma anche alle fasi di lavorazione, alla progettazione, al dietro le quinte di quel che fai.

Infine, spiega sempre cosa stai pubblicando: inserisci un punto di vista, una considerazione utile, il tuo pensiero, non limitarti a pubblicare una foto o un link senza prima creare una breve presentazione scritta.

4 – Attenzione agli automatismi, non pubblicare lo stesso contenuto ovunque

Twitter usa una lingua diversa da Facebook, Facebook usa una lingua diversa da Google Plus e così via. È sempre meglio metterci qualche minuto in più e dedicare a ogni social il tempo che merita. Testi mozzati, immagini non centrate e altro scoraggiano la lettura e la condivisione.

5 – Rispondi sempre a chi ha messo “Mi piace” alla tua pagina

Arriveranno commenti entusiasti, incomprensibili, critiche aspre, tutto quello che puoi immaginare. Non potrai fare finta di niente o cancellare (in un caso sì: gli insulti peggiori e non circostanziati).
La pagina esiste, bisogna seguirla e dunque, come nella vita di tutti i giorni, è normale dedicare qualche minuto a ringraziare, chiedere e dare spiegazioni, capire perché e cosa non sia andato per il verso giusto e come rimediare. La disponibilità (anche a mettersi in discussione), è un’arma quasi sempre vincente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: