Skip to content

Ehiweb a caccia di sottoculture interessanti: gli hipster

21 luglio 2013

hipster1

Dopo aver approfondito l’accattivante mondo geek e nerd, parlato di gadget tecnologici e fumetti, scritto di film e chiacchierato con reali esponenti dei due affascinanti universi, è tempo di guardarsi intorno per captare altre sottoculture interessanti, tutte da scoprire. Gira e rigira, potevamo forse non imbatterci negli hipster?

Secondo lo Urban Dictionary, il più autorevole vocabolario online di linguaggio urbano, hipster, che deriva dal termine slang hip ovvero “informato sulle ultime mode”, è una sottocultura di persone tra i 20 e i 30 anni che crede nel pensiero indipendente, nell’anticonformismo, nella creatività, nell’arte e nella musica indie.

Pensate che tutto questo non vi riguardi minimamente? Niente di più sbagliato, perché alla fine, che lo vogliate o no, c’è un po’ di hipsteria in ognuno di noi 🙂

Non ne siete convinti? Ecco il regolamento hipster da tenere bene a mente!

HIP-ABBIGLIAMENTO: ovvero, come riesumare la peggior moda degli ultimi decenni e sentirsi terribilmente fashion, seguendo un’unica regola ferrea: potere allo skinny. Largo ai jeans strettissimi con risvoltino finale, alle camicie abbottonate fino all’ultimo, alle t-shirt vintage, agli accessori un po’ retrò e all’immancabile trucker hat, il cappellino avvistato sulla testa di Willy, il principe di Bel Air.

HIP-FOOD: niente è casuale per l’hipster, neanche una merendina. Tutto deve essere rigorosamente bio, ricercato, di qualità. Altrimenti chi entra più nei jeans skinny? 🙂

HIP-TECH: il vero hipster ha un Macbook Pro sotto il braccio, o niente. Malato di computer e appassionato di tecnologia, è ingegnere, grafico, regista o DJ a seconda delle esigenze. Ha un buon rapporto con i social, sui quali posta foto rigorosamente filtrate, ma non ama Facebook: il social-mainstream è da evitare come la peste.

HIP-MOBILE: Il vero hipster non inquina: pedala. Cura e venera la sua bici come neanche la donna della sua vita ed è molto pretenzioso nella scelta. La bici mainstream è per gli umani, l’hipster DOC infatti, adora la fixie: due ruote e un telaio che diventano un pensiero fisso, simbolo di libertà.

HIP-CULTURA: l’hipsterism raccoglie intorno a sé giovani istruiti che spesso lavorano nel mondo dell’arte, della musica e della moda. L’hipster è un tuttologo, culturalmente molto preparato, soprattutto su ciò che tu, essere umano, non sai. Adora musica di nicchia, va ai concerti che ospitano al massimo trenta persone (hipster) ed è sempre in cerca di artisti conosciuti: si dice ci siano gare tra hipster su chi conosce e segue più artisti oscuri degli altri. E’ un cinefilo molto preparato, che odia il cinema dei giorni nostri: quello di ieri e di ottant’anni fa è sempre meglio. Legge tanto, ma non tutto: David Foster Wallace, Murakami Haruki, Zadie Smith… ne avete mai sentito parlare?

HIP-POLICY: non vogliono essere chiamati con il loro nome, cioè hipster, figuriamoci se si schierano volontariamente con un’idea politica rischiando di essere definiti di destra o di sinistra! Il vero hipster crede nell’anticonformismo e nel pensiero indipendente: la politica è da provincialotti.

HIP-LIFESTYLE: l’imperativo dell’hipster è l’ironia, tutto ciò che fa deve essere sarcastico, controcorrente ed eseguito con assoluta leggerezza. I segnali di questa apparente superficialità cosmica? La coltivazione di baffi retrò e di capigliature assolutamente bizzarre.

Si potrebbe parlare di hipster all’infinito, elencando un migliaio di sottoculture di questa sottocultura in continua evoluzione, ma ci fermiamo qui perché vorremmo sapere se voi ne avete mai avvistato qualcuno. P.S. : di che colore aveva i capelli? 🙂

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: