Skip to content

La green economy porterà nuovo lavoro in Italia?

21 aprile 2013

ehiweb green

Sempre più spesso i dibattiti sulla green and sustainable economy (un modello di sviluppo economico che oltre a tenere in considerazione i benefici ricavati da un certo tipo di produzione, ha lo scopo di eliminare o ridurre al minimo l’impatto ambientale che essa provoca), si intrecciano con temi quali la crisi economica e l’occupazione.
E’ davvero possibile che l’economia sostenibile possa risolvere o alleviare i problemi economici del nostro paese? In Italia si sono create due correnti di pensiero opposte sul legame tra l’economia verde e l’incremento di nuovi posti di lavoro, che noi di Ehiweb vogliamo analizzare.
Da un lato ci sono gli ottimisti, forti di dati statistici molto positivi. Secondo il “Rapporto GreenItaly 2012” presentato a Roma da Unioncamere e Fondazione Symbola,  il 40% delle assunzioni complessive del 2012 effettuate in tutte le imprese italiane dell’industria e dei servizi si deve alle aziende che investono in tecnologie green. Ciò significa che sul totale di oltre 631mila assunzioni del 2012, oltre 241mila sono ascrivibili ad imprese che credono nella green economy.
I settori in cui ci sono maggiori opportunità sono quelli in cui l’Italia ha una significativa quota di mercato: meccanica, elettromeccanica, termoidraulica, edilizia, mobilità e rinnovabili termiche.
E le Pmi? In una recente indagine condotta a livello europeo, oltre il 90% delle piccole e medie imprese dichiara di aver realizzato almeno un’azione per migliorare la propria efficienza energetica, mentre l’80% dichiara che nuovi investimenti saranno avviati nei prossimi anni.
Se investire in un settore apporta quasi automaticamente una maggior offerta di lavoro da parte dello stesso, ne conviene che effettivamente, con l’economia verde in espansione, l’occupazione, almeno in questo ambito, aumenterà.
Le speranze hanno radici solide: mentre in tutto il paese sono sempre di più le aziende che chiudono o fermano la produzione, il settore dell’energia continua la sua crescita.
E i pessimisti cosa dicono?  Capeggiati dai due ricercatori Luciano Lavecchia e Carlo Stagnaro, autori dello studio “Are Green Jobs Real Jobs? The Case of Italy”, sono fermamente convinti che l’energia verde consumi più di quanto produca. Secondo la teoria sostenuta dai due studiosi, in media ogni green job assorbe una quantità di risorse che, se investita in altri settori dell’economia, potrebbe generare circa 4,8 nuovi posti di lavoro. In poche parole muovono alla green economy l’accusa di essere un sistema economico ad alta intensità di capitale e non di lavoro.

Nonostante i pessimisti, nessuno però ha da ridire sui benefici della green economy: produzione di energia con minori danni sull’ambiente (eolico, solare, biomasse), maggior efficienza con minore spreco e minor impatto atmosferico (emissioni di CO2 ridotte al minimo).

E gli handicap? Sicuramente la green economy ha costi maggiori a fronte di un rendimento minore. Come ogni industria nascente deve sopportare costi tecnologici elevati e il costo delle tecnologie verdi è più alto rispetto alle tecnologie tradizionali (che però sono inquinanti).
Inoltre, alcune tecnologie sostenibili hanno dei rendimenti troppo bassi rispetto al loro costo complessivo ed alle tecnologie tradizionali.
L’unico punto certo è che noi tutti dobbiamo riflettere su una svolta verde: le risorse naturali scarseggiano, l’economia tradizionale sta danneggiando l’ambiente, i cambiamenti climatici sono percepibili e molti sono gli effetti negativi che inevitabilmente questo tipo di produzione ha sulla nostra salute; ma non è da sottovalutare nemmeno la svolta positiva in campo occupazionale che da questa scelta potrebbe derivare.
Voi che ne pensate? Vi siete già interrogati sulla green economy? Se sì, avete un’opinione positiva o negativa sul suo sviluppo? Pensate che oltre a giovare all’ambiente possa apportare benefici anche all’economia e all’occupazione? E chiediamo a chi già lavora nel settore: è davvero in crescita? Diteci la vostra 🙂

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: