Skip to content

Mercato digitale: old school o new school?

16 settembre 2012

Il mercato digitale esiste già da un po’ di anni e, come accade anche in diversi ambiti, esiste una sorta di “guerra” tra la vecchia e la nuova generazione. Da una parte, infatti, ci sono le persone che all’inizio hanno contribuito a far nascere e poi decollare non solo una nuova area di business, ma anche una nuova modalità di pensiero (quello digitale, appunto). Senza contare, poi, che tutto ciò che oggi ci sembra scontato in ambito tecnologico/digitale, fino a non molto tempo fa era davvero futuristico, quindi lo sforzo (e rischio) è stato non indifferente. Dall’altra parte, invece, ci sono le nuove generazioni che sono nate nel mondo digitale – questo è il loro linguaggio quotidiano – e che quindi “scalpitano” per entrare a pieno titolo in questo mercato. Come ben sappiamo, questo “incontro” tra vecchia e nuova scuola non sempre è facile, anzi spesso si traduce in un vero e proprio scontro.

Ovviamente, in maniera più banale e semplicistica, potrebbe sembrare soltanto un problema di “attaccamento alla poltrona”, questione che tiene banco in Italia da molti anni (per non dire da sempre :)), ma l’argomento in realtà è molto più articolato. Alla base di questo ragionamento, infatti, ci sono delle logiche di marketing e impostazione del lavoro (soprattutto per quanto riguarda il concetto di innovazione) che differiscono molto tra di loro se si parla di vecchia e nuova guardia. Per non parlare, poi, della trasformazione di questo mercato (dei suoi “strumenti” e dei suoi consumatori) che praticamente cambia ogni giorno. E quindi si deve cercare di stare al passo con tutte le evoluzioni per non rischiare di rimanere troppo indietro o, nella peggiore delle ipotesi, di scomparire completamente.

L’importante è comunque non pensare mai a un’azienda, soprattutto se opera in campo digitale, come a un ecosistema chiuso: la società – e quindi i clienti – sono in continua evoluzione, come in una sorta di moto perpetuo. Quindi, non ci dovrebbe essere una separazione, ma una contiguità tra questi due sistemi.

Questo è uno dei punti fondamentali dove si gioca la “partita”: da una parte, abbiamo un modello di business che si basa sulla consolidazione della società e dei propri prodotti/servizi, in una visione molto a lungo termine in cui tutti gli step sono ragionati per mantenere una solida quota di mercato, cercando dei miglioramenti anche piccoli, ma costanti. Dall’altra, invece, c’è il fiorire di tante società anche piccolissime (molto più piccole di una PMI) che magari basano tutto il loro core su una sola innovazione (molto spesso geniale) che deve rendere il più possibile e nel più breve tempo possibile. Per poi passare, una volta esaurita la spinta del precedente prodotto, a una nuova soluzione e così via. L’aspetto interessante di questi due modelli apparentemente contrastanti? Che entrambi possono funzionare bene e, nella migliore delle ipotesi (e grazie a manager lungimiranti), possono addirittura coesistere in una stessa struttura.

Esiste una soluzione per poter unire queste due (forse apparentemente) diverse visioni del mercato digitale? Noi di Ehiweb pensiamo che prima di tutto, in questo mercato, bisogna sempre favorire la nascita e lo sviluppo di nuove idee e cerchiamo di applicare questo concetto ogni giorno nella nostra azienda. Magari, poi, il metodo (il come farlo) si può anche “aggiustare” strada facendo, ma senza questa base, per noi, una società non può avere tanto futuro. E, tornando al discorso “generazionale”, ci deve essere una maggiore – per non dire completa – complementarietà tra coloro che hanno favorito la nascita di questo mercato (che non vanno considerati dei “vecchi informatici”) e i “nativi digitali” che hanno una expertise e una voglia di fare inimmaginabile. La parola d’ordine deve essere fiducia, ovviamente da entrambe le parti.

E voi cosa ne pensate? Siete a favore della old school o della new school digitale? Partecipate al nostro sondaggio su Facebook.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: