Skip to content

Le App che non ti aspetti… tutta l’innovazione tecnologica in uno smartphone

2 settembre 2012

Abbiamo già parlato, in un precedente post, del fatto che gli italiani sono tra le popolazioni con il più alto numero di cellulari pro capite. Ormai, infatti, è davvero difficile staccarsi dal telefonino, vuoi per motivi professionali (soprattutto per quanto riguarda il controllo delle mail di lavoro), vuoi per motivi più “leggeri”, come chiamare ogni dieci minuti il proprio partner 🙂

Con gli smartphone, poi, è stato superato anche il semplice – e basilare –  concetto di telefono: mentre agli “esordi” il telefonino veniva usato principalmente per telefonare e mandare sms (come ovviamente doveva essere :)), oggi invece, grazie alle App, l’utente con un semplice “tap” sul proprio touchscreen fa cose inimmaginabili. E, dal momento che la tecnologia non si ferma mai, ogni giorno vengono create e messe a disposizione – gratis o a pagamento – sempre nuove applicazioni per ogni necessità.

Queste applicazioni non solo sono spesso geniali anche nella loro semplicità, ma hanno aperto le frontiere anche a un nuovo mercato che può dare molte soddisfazioni (oltre che, nei casi di successo, anche un discreto guadagno). Un esempio è dato dal ventottenne italiano Andrea Vaccari che ha venduto Glancee – la sua applicazione che mette in contatto persone con interessi simili – direttamente a Mark Zuckemberg.

Noi di Ehiweb che non solo siamo appassionati, ma vendiamo tecnologia, abbiamo pensato a una serie di App (o prototipi di app) molto particolari – e in alcuni casi davvero molto futuristiche –  che in questi ultimi tempi stanno rivoluzionando non solo il mercato, ma anche e soprattutto la vita degli utenti.

Mai distrarsi al volante

Distrarsi alla guida, lo sappiamo bene, è molto pericoloso. Oltre ai soliti “luoghi comuni” di uomini che leggono il quotidiano o donne che si truccano mentre guidano, il pericolo maggiore è dato soprattutto dagli sms/mail inviati al volante. Un conto è telefonare in macchina con l’auricolare, un altro è pensare a un messaggino, scriverlo, trovare il destinatario nella rubrica e inviarlo proprio mentre davanti a noi sta scattando un semaforo rosso. Per questo motivo, gli esperti del Pacific Northwest National Laboratory negli USA, hanno realizzato un app che può riconoscere se una persona sta mandando messaggi mentre guida (dal modo e dalla frequenza di digitazione uniti al segnale GPS che indica se si è in movimento) e impedire a monte che questo accada bloccando lo smartphone.

Un’app al giorno…

La tecnologia per smartphone può essere anche utilizzata a scopi medici per prevenire eventuali malattie o darci indicazioni sullo stato di salute attuale del nostro corpo. Ovviamente, questo non significa che non dobbiamo andare dal medico e farci semplicemente uno screening con il telefonino, ma in ogni caso un piccolo aiuto tecnologico (e soprattutto portatile) non può farci certamente male. Ad esempio, ci sono applicazioni che permettono di calcolare il battito del nostro cuore. Basterà avviare l’app, che utilizza lo stesso principio del pulsossimetro utilizzato dai medici, posizionare un dito davanti al flash dello smartphone e attendere la misurazione che comparirà sullo schermo dopo 5/10 secondi.

Via da lì!

Passiamo ora a un altro ambito di utilizzo delle applicazioni, forse quello che maggiormente interessa gli utenti di tutto il mondo: la fotografia. State pensando a un’app che vi permetta di mettere a fuoco il vostro soggetto da fotografare con una qualità mai vista? No, non si tratta di questo, troppo semplice 🙂 Una società svedese ha presentato infatti un’applicazione in grado di rimuovere dalla vostra foto, con un semplice touch, tutti gli elementi indesiderati. Quante volte, infatti, vi è capitato aver trovato il panorama più bello del mondo, la luce giusta e di sentirvi proprio in quel momento ispirati alla Helmut Newton, ma non siete riusciti a scattare una sola foto con il vostro smartphone perché i passanti, o peggio qualche altro fotografo, vi rovinava l’inquadratura? Ecco, ora potete “eliminare” tutto quello che può danneggiare la vostra opera o una semplice foto ricordo delle vacanze.

Ovviamente questi sono solo degli esempi di applicazioni (soprattutto per quanto riguarda il campo di utilizzo), visto che sarebbe praticamente impossibile inserire tutte quelle che ci piacciono e che riteniamo più interessanti. E voi quali app ritenete più interessanti/utili e quali vorreste veder progettate in futuro?

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: