Skip to content

Tutti ormai si dichiarano ecosostenibili… è davvero così?

18 marzo 2012

Ecosostenibilità è una bella parola, di cui troppe persone e troppe aziende si riempiono la bocca. Se vogliamo parlare tecnico possiamo definirla “Greenwashing“, una bella mano di vernice verde e la gente ci casca. Cambia opinione su di noi e compra i nostri prodotti mettendosi la coscienza a posto. Fino al momento in cui ci beccano, e ce la fanno pagare con gli interessi.

Che l’ecosostenibilità sia una moda, non c’è dubbio. Secondo noi, comunque, è una moda migliore di altre, in quanto qualche effetto positivo lo può avere – ad esempio portare qualche azienda a “guardarci dentro” e a riflettere sull’importanza, anche a livello economico, di essere ecosostenibili non solo a parole, soprattutto per una PMI.

Se da un lato, infatti, essere più verdi può comportare costi aggiuntivi, un approccio “ecosmart” può portarci a realizzare dei risparmi anche importanti.

Nella nostra pratica quotidiana noi abbiamo scommesso su vari fronti per raggiungere una ecosostenibilità… sostenibile.

Abbiamo lavorato sul riciclo, specialmente dei rifiuti elettronici. Anche perché (ci avevate mai pensato?) buttare un PC o un telefono significa regalare al primo che passa tutti i dati e le informazioni in essi contenuti… 🙂

Abbiamo minimizzato l’uso della carta, in base al principio “meno si usa, meno c’è da riciclare” – a partire da quel simpatico dinosauro tecnologico che è il vecchio fax. Anche se in questo siamo facilitati dal fatto che il fax virtuale è un nostro prodotto. Che poi, a pensarci bene, molti dei nostri prodotti aiutano le aziende a essere più ecologiche.

Stiamo attenti agli impatti dei servizi che vendiamo e dei prodotti che compriamo.

Dove possibile (al momento a Bologna) facciamo fare le consegne a impatto zero, utilizzando la verdissima energia muscolare dei nostri bike messenger.

Soprattutto risparmiamo energia evitando di sprecare fiato parlando di continuo su quanto siamo Ecosostenibili. Noi, più che parlare, preferiamo fare.

E voi, quali strategie usate, quali accorgimenti adottate, per ridurre l’impatto o ambientale e per risparmiare sulle spese aziendali? Avete voglia di condividere qualche consiglio con noi e con tutta la community?

Photo: 36238874@N02

Annunci
6 commenti leave one →
  1. icittadiniprimaditutto permalink
    19 marzo 2012 08:33

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. 19 marzo 2012 10:04

    E’ vero, molte aziende e molte persone si riempiono la bocca di ecostotenibilità, ma senza davvero credere in questo valore.
    Penso che la sostenibilità potrà diventare lo strumento più potente per la competitività aziendale, e i falsi ecologisti saranno presto scoperti (grazie anche alla rete).
    Per questo abbiamo dato vita al bando”Territori sostenibili”, aperto a 45 giovani, a cui saranno destinati 60.000 euro per aprire delle start-up verdi (www.fondazionekambo.it)
    La sostenibilità è qualcosa di reale, su cui costruire i futuro economico del nostro Paese, non vernice verde da spargere su ciminiere nere…

    • ehiwebsocial permalink*
      19 marzo 2012 10:36

      Ciao Fondazione Kambo, grazie mille per il vostro commento e complimenti per la vostra iniziativa che permette a dei giovani (e questo è fondamentale) di sviluppare nuove realtà imprenditoriali veramente ecosostenibili.
      Grazie ancora e ciao.

  3. 20 marzo 2012 12:14

    complimenti per il post! Cominciare a piccoli passi è un’ottima strategia, anche perchè attualmente è difficile che una azienda IT sia totalmente green…giusto? 🙂
    Non mi è molto chiaro il passaggio: “Anche perché (ci avevate mai pensato?) buttare un PC o un telefono significa regalare al primo che passa tutti i dati e le informazioni in essi contenuti… :)” potete spiegarmelo meglio?
    Vi segnalo anche questa bella iniziativa (abbastanza vicino a voi) di amici con cui ogni tanto collaboro che stanno promuovendo una “ecosostenibilità digitale” partendo dal consumo critico di energia:
    http://www.ecologiedigitali.com/

    Grazie per gli spunti,
    M

    • ehiwebsocial permalink*
      20 marzo 2012 14:06

      Ciao Massimo, prima di tutto grazie mille per i complimenti. E’ vero che per un’azienda può essere difficile essere completamente green (per ora…), ma comunque bisogna fare tutto quello che è possibile per andare in quella direzione. E, come diciamo sempre, a noi piace più fare che parlarne 🙂

      Per il passaggio del post che chiedevi, quando si butta un pc o un telefono senza aver fatto la giusta “pulizia” al suo interno e non nel posto giusto, può capitare che qualcuno passi e recuperi l’hard disk mettendo a serio rischio la nostra privacy (oltre che, ovviamente, provocare un grave danno all’ambiente).

      Grazie ancora per il commento e per la segnalazione, gran bella iniziativa 🙂

      Ciao

  4. 21 marzo 2012 13:08

    Ok, grazie a voi per la spiegazione…
    Massimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: